In un luminoso sabato 11 maggio si è svolto presso il Castello di Maccarese, l’evento conclusivo della terza edizione dei PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento) nati dalla progettazione condivisa e dalla collaborazione tra l’Azienda Maccarese e l’IIS “Leonardo da Vinci”. Anche quest’anno all’ufficialità dell’evento si è coniugata la dimensione della festa, grazie all’affollata presenza di giovani, famiglie, figure rappresentative del territorio e cittadini che hanno colto l’opportunità di godere della splendida cornice del Castello e dei Giardini ma anche scoprire e riscoprire tanti aspetti del proprio passato.

La dimensione dello studio di una storia importante come quella dell’Azienda Maccarese, a partire dalla ricchezza documentaria dell’Archivio Storico, e verso una restituzione all’intera collettività è stata ampiamente sottolineata dai diversi interventi iniziali. Claudio Destro, Amministratore Delegato della Maccarese SpA e padrone di casa, ha sottolineato il valore della riscoperta del passato per acquisire fiducia e slancio nell’affrontare il futuro, Giovanna Onorati, Vicesindaco del Comune di Fiumicino, ha espresso ampio apprezzamento sull’intera progettualità, la Dirigente del Leonardo da Vinci, Daniela Gargiulo, ha ribadito come questo progetto parta “Dal Territorio per il Territorio” ed abbia coinvolto in questi anni tutte le anime dell’Istituto. Anche la Dott.ssa Francesca Ghersetti (Fondazione Benetton Studi e Ricerche) ha tratteggiato le linee fondamentali di un progetto culturale ed educativo che a partire dall’Archivio sta dialogando con il territorio, la scuola e anche il mondo accademico.

Ecco il momento della presentazione dei risultati delle ricerche da parte dei giovani studiosi dell’Istituto Tecnico Agrario, presentati dalla Prof.ssa Alessandra Benadusi, Tutor del Progetto. Le studentesse e gli studenti delle classi terze hanno lavorato su “Acqua, germogli e mondine: l’eroica avventura del riso di Maccarese” con interessanti approfondimenti sulla vita quotidiana delle mondine.

Il tema “Il welfare a Maccarese: formazione professionale, famiglia e salute” ha impegnato gli studenti della classe 4A che hanno elaborato alcune riflessioni sulla formazione professionale e la sicurezza sul lavoro in relazione alla contemporaneità.

Per le ragazze e i ragazzi delle classi quinte, si è proposto un tema assai caro anche a livello di immaginario collettivo: “Storia di un’impresa di successo: il vino di Maccareseandando a studiare il periodo d’oro del “Maccarese”, negli anni del Dopoguerra e della Ricostruzione.

Quest’anno le ricerche hanno utilizzato non solo fonti documentarie ma anche orali e visive, grazie alla preziosa collaborazione con l’Ecomuseo di Maccarese e con il Sig. Giovanni Zorzi. Ricordiamo anche che durante i lavori della mattinata, Sofia, Alix Claudia, Giorgia e Giada della classe 3L delle Scienze Umane, hanno ricevuto il pubblico con grande professionalità ed eleganza.

Durante l’intero pomeriggio le “Giovani Guide del Castello” hanno offerto le visite guidate al giardino, alla chiesetta di S.Giorgio e al Castello. Gli studenti e le studentesse, provenienti da diversi indirizzi liceali del “Leonardo da Vinci” avevano seguito nei mesi precedenti un percorso di approfondimento sui diversi aspetti della storia del Castello, sui personaggi che l’hanno animata e sulle interessanti opere d’arte tuttora custodite e hanno potuto quindi presentare, sia in lingua italiana che in inglese un itinerario ricco di spunti ma anche interpretato con arguzia e un pizzico di allegria.

Finalmente, qualche minuto dopo le 18,00, il grande cancello su Viale Maria si è richiuso e il silenzio è tornato nelle antiche sale e tra i viali ma questo felice incontro tra i giovani e la storia, studiata e riscoperta nella concretezza di documenti e dei luoghi, ci ha reso tutti un po’ più ricchi e consapevoli della nostra identità.