In tempo per il rientro dopo le vacanze di Natale, si sono conclusi i lavori di piccola manutenzione al plesso dell’Istituto Tecnico Agrario di Viale Maria che già è interessato, da diversi mesi, da un importante cantiere di restauro della facciata esterna, dei tetti e dei camminamenti intrapreso da Città Metropolitana. Parallelamente a questi lavori – al momento fermi in attesa di un parere della Sovrintendenza sul colore originario dell’edificio – è stato possibile tuttavia mettere mano anche ad alcuni interventi che riguardano l’interno della scuola, attraverso i fondi del PNRR utilizzabili per piccoli lavori edilizi funzionali ai tre progetti presentati dall’Istituto Leonardo da Vinci di Maccarese (Dispersione; Classroom e Lab). Il rinnovamento dello storico edificio scolastico, la vecchia scuola “Giovanni Cena” dei tempi della bonifica integrale, ha riguardato quindi opere di tinteggiatura, ripristino murario delle aule, del corridoio e dell’atrio, pulizia e nuovo allestimento delle tende, implementazione e relativo adeguamento a norma e certificato degli impianti elettrici.

La Dirigente Scolastica, Prof.ssa Daniela Gargiulo, ci ha tenuto ad esprimere il più sentito ringraziamento nei confronti delle ditte Cotrac srl e Diemme Duemila srl che per concludere quanto previsto entro la sospensione delle vacanze hanno affrontato turni serrati di lavori e dei collaboratori Bianca Benedetti, Paolo Lagadari e Gianluca Isopo che si sono adoperati per accogliere ed assistere con la loro consueta cordialità le maestranze impegnate, offrendo la loro disponibilità e collaborazione. I ringraziamenti sono rivolti naturalmente anche al personale e ai dirigenti di Città Metropolitana che ha concesso il nulla osta a procedere anche con questi lavori, parallelamente al cantiere più impegnativo.

Lunedì 8 gennaio, al rientro dalle vacanze, l’attività scolastica riprenderà in un ambiente rinnovato, più accogliente e performante. Oltre agli auguri quindi, a tutte le componenti dell’istituto, di una serena ripresa della vita scolastica nel nuovo contesto, sorge il richiamo ad un forte senso di responsabilità nella salvaguardia del decoro e della pulizia dei nuovi ambienti: una scuola bella ed accogliente nasce dall’impegno e dall’attenzione quotidiana di tutti.