Partite nei “Giorni della Merla” , cinque classi del Triennio dell’Agrario del “Leonardo da Vinci “ hanno affrontato un viaggio valido sia come esperienza nell’ambito dei PCTO che della didattica orientativa. Il focus è stata la visita alla 116 edizione della Fieragricola di Verona, la più ampia manifestazione in Italia sul mondo dell’agricoltura e delle attività ad essa correlate.

Gli studenti e le studentesse dell’Agrario hanno potuto vivere un’ esperienza ampia dei diversi volti dell’agricoltura italiana sia nel settore della meccanizzazione che delle colture specializzate, ma anche proiettarsi verso il futuro grazie all’ ampio spazio espositivo rivolto all’innovazione, la sostenibilità e l’hi-tech. Grande interesse ha suscitato il padiglione dedicato alla zootecnia e l’esposizione delle ‘campionesse’ italiane, i meravigliosi animali da latte che hanno sfilato davanti al pubblico entusiasta ed al giudice.

Un’altra tappa altamente professionalizzante è stata la visita , a Caravaggio, nel bergamasco, alla Diachem , un’azienda che da oltre 60 anni opera nel settore dei prodotti dell’agricoltura quali agrofarmaci e fertilizzanti e che in questi ultimi anni, raccogliendo la sfida della transizione verso la sostenibilità, si sta rivolgendo anche ai prodotti per l’agricoltura biologica. Accolta con grande cordialità, la delegazione del Leonardo da Vinci ha potuto conoscere concretamente la realtà di un’azienda nei suoi diversi settori, dalla ricerca, alla produzione fino alla commercializzazione.

Ma non è stato un viaggio dedicato solo all’agricoltura, poiché nell’istituto di Viale Maria i diversi ambiti disciplinari si incontrano e si fondono nella stessa prospettiva educativa. Nell’itinerario con le guide, attraverso i due splendidi centri storici di Verona e Bergamo, è stato possibile incontrare la ricchezza della civiltà dell’area padana nei differenti passaggi tra gli innumerevoli periodi storici e artistici, oltre a visitare uno dei luoghi più iconici della letteratura universale di tutti i tempi, la casa di Giulietta a Verona, ed entrare dentro le pagine immortali della tragedia shakespeariana.

Così fra suggestivi luoghi d’arte e la concretezza dei percorsi più professionali, si conclude questo viaggio ricco di spunti ed opportunità.